Archivi tag: Poletto

Stop pensioni deputati: una scritta luminosa fatta scorrere sulla cupola di S. Pietro in Vaticano

Stop pensioni deputati: una scritta luminosa sulla cupola di S. Pietro

26. febbraio 2010

‘Stop pensioni deputati’, proiettata scritta su San Pietro
(Adnkronos) (Adnkronos)
ultimo aggiornamento: 26 febbraio, ore 09:55
Roma – (Adnkronos/Ign) – L’immagine proiettata (FOTO) da Luciano Casasole ha illuminato l’opera di Michelangelo con l’appello che monsignor Severino Poletto aveva lanciato nei giorni scorsi: “Vanno d’accordo solo quando si mettono a discutere di premi e di liquidazioni solo per loro, vanno d’accordo”. L’autore del blitz: “Ora i candidati governatori aboliscano i privilegi”. Il mondo politico si divide sul gesto.

Roma, 25 feb. (Adnkronos) – ‘Stop pensioni deputati’. Una scritta intermittente ha illuminato la cupola di San Pietro in Vaticano. L’ultima grande opera di Michelangelo e’ stata utilizzata come ripetitore-amplificatore dell’appello che monsignor Severino Poletto ha recentemente rivolto ai consiglieri regionali del Piemonte, esortandoli a rinunciare ai privilegi pensionistici in virtu’ del principio di uguaglianza e in considerazione delle gravi condizioni economiche in cui versano in questo momento migliaia di famiglie colpite dalla crisi economiche e dalla disoccupazione.
”I nostri politici sono sempre pronti a bisticciare su tutto, ma quando si mettono a discutere di premi e di liquidazioni solo per loro, vanno d’accordo”, aveva detto il cardinale, facendo riferimento all’indennita’ di fine mandato dei consiglieri regionali del Piemonte, una ‘superliquidazione’ di 100mila euro lordi decisa dall’allora governatore Enzo Ghigo. Nel mirino di Poletto anche l’aumento del premio elettorale dei parlamentari, da uno a quattro euro per ogni voto: ”E’ una contraddizione predicare che bisogna trovare risorse, fare sacrifici, e poi quadruplicarsi il premio elettorale. Non mi pare sia un bell’esempio, non fa bene al popolo. Pensare che i buoni esempi dovrebbero venire proprio dalle istituzioni pubbliche”.

A mettere a segno il blitz, Luciano Casasole, che gia’ in passato aveva messo a segno altre azioni clamorose contro le pensioni di deputati e senatori.

Silenzio. Per Emanuele Vacca

Dramma a Vinovo, cittadina di 14 mila abitanti circa, alle porte di Torino. Emanuele Vacca,  28 anni, “perde il posto di lavoro, si impicca in magazzino” (La Repubblica).

Un minuto di silenzio, per Emanuele, che prima del gesto, ha scritto poche parole sul modello d’iscrizione di disoccupazione.

Il Vescovo di Torino, chiede “cosa si puo’ fare di concreto”, e “cosa questa società, possa fare per garantire reddito ed occupazione”. Infine: “Per loro  (giovani e  senza lavoro)dobbiamo fare di piu'”.

Il consigliere  regionale di Rifondazione Comunista, Juri Bossuto, dopo aver espresso cordoglio alla famiglia del lavoratore afferma: “Questo episodio deve far riflettere tutti noi sulle conseguenze umane di chi si trova senza lavoro. E’ importante creare una rete di solidarietà e di aiuto alle famiglie in difficoltà. Questa è una responsabilità delle istituzioni, della politica e del sindacato”.