Archivi tag: Loredana Fraleone

Precari in piazza, operai sul tetto, “entrambi in mutande”

Oggi pomeriggio sono stato in piazza Carlo Alberto,  a Torino, presso il presidio Flc-Cgil; obiettivo del presidio esprimere sostegno ai precari della scuola lasciati senza lavoro, o divenuti più deboli, grazie ai tagli di questo governo di destra. Una serie di sagome bianche, impresse sul suolo della piazza, attribuiscono un nome, un’età a chi ne è stato privato, grazie alla nuova disoccupazione, ormai non più alle porte, ma entrata con prepotenza in molte case.

presidio 1Sagome bianche, ombre, per terra. Persone in carne ed ossa in  piazza e sui tetti. Grazie a Barbara e a Rosina che, emblematicamente, rendono trasversale questo movimento, questa alleanza tra operai e lavoratori della scuola. Perché ogni operaia, operaio, ha, in molti casi, figli che frequentano la scuola, e  quindi, mai come in questo momento, il movimento e le lotte devono essere trasversali fra categorie. Alleanza e solidarietà tra i lavoratori della Ilmas (azienda del settore aeronautico di Rivoli). “Ilmas la protesta sale sul tetto”, la Stampa, 8 settembre 2009, articolo di Patrizio Romano.  Alleanza e solidarietà ai lavoratori Ribes di Ivrea. “Ribes in ginocchio, addio al sogno della nuova Ivrea. Solo in un anno cento licenziamenti. E’ una strage“, la Stampa, 8 settembre 2009. Alla Ribes, si legge nell’articolo di Alessandro Ballesio, “in un anno, i posti di lavoro, si sono ridotti da 250 a 150”. E proprio un lavoratore della scuola, diretto quotidianamente a Ivrea, mi faceva notare, che per pagare l’abbonamento mensile del treno, deve lavorare tre giorni. Circa 14 per l’affitto di casa. E senza contare la spesa per il cibo, perché, lavorare presso una scuola, non vuol dire avere una mensa, non vuol dire avere un trattamento di favore, magari in convenzione con bar o ristoranti. Come spesso si affermava, “un anno in una scuola, un anno in un’altra”… Il tutto per un contratto annuale che non contempla nulla….. Il tutto per circa 1030 euro.  Proprio vero: “precari in mutande”. E i rulli compressori, continuano l’opera del taglio. Oggi, ho chiesto un favore ad un amico: di recarsi presso la distribuzione delle nomine ATA, a Torino. Ho chiesto di descrivermi, ancora una volta, la complessità della situazione: stati d’animo, emozioni, numeri. Peggio dell’altra settimana, mi ha comunicato. Finalmente, trovo su Liberazione, quotidiano di Rifondazione Comunista, articoli che mi soddisfano. In prima pagina, “La scuola sul tetto per resistere”, di Loredana Fraleone, e a pagina 6, “Gli insegnanti s’accampano“. E’ come se la mia “strigliata sfogo” nel blog fosse pervenuta in redazione!