Archivi tag: cenone

Dal Quirinale. Da Roma.

20191229_215018Oramai ci siamo. Il rosso è stato il protagonista nelle o delle vetrine in questi ultimi giorni e  i consigli sul come vestirsi nelle pieghe dei giornali e tra le onde dei social e consigli per gli aquisti. Pagina a parte il cenone, a cada o fuori. Ma qui siamo tutti “Borghese”. Venti anni esatti dopo il 2000, il Ligabue, all’epoca, in piazza del Popolo, a Roma,ed il bus col maestro Demo che arranca tra la folla su per le strade del Pincio, la folla  ed il tappo delle bottiglie e quello umano fino a Termini e oltre. Con ancora pochi cellulari e pochissimi video e forse zero social. Passato, presente e futuro e l’Italia deve immaginare il suo futuro, con coesione, senza dimenticare il presente. Il discorso a reti unificate del Presidente della Repubblica mi è  piaciuto, come sempre. Ogni anno una breve sintesi, di quel che è  stato con uno sguardo al futuro. Si chiudono i primi venti anni del millennio, e un brivido lungo la schiena al solo pensiero di quanta agitazione era in noi  per quella data particolare: si chiudeva il 1999 per  proiettati nei 2000, con un “Punto” grande o “nuiva” e  con il timore dei pc, dei bancomat e  di chissà  che ora non ricordo più, proprio ora che i bimbi di allora di anni ne  hanno già 20. Il discorso del Presidente Mattarella, sintetizzato nei temi che più mi hanno colpito:  lavoro, disuguaglianze fra Nord e Sud, futuro, speranza, responsabilità, di tutti, dei corpi intermedi, elenco di alcune personalità che si sono distinte in maniera eccellente,  il ruolo dei social che spesso inducono a conseguenze gravi,  il grazie a Matera ed il pensiero a Parma, da domani capitale italiana della cultura.  Ovviamente molto altro, un discorso davvero interessante sul quale bisognerà tornare e rifletterci.

Dalla Fontana di Trevi una occhiata alla casa che fu di Pertini e uno sguardo allargato al Quirinale, la casa degli italiani, sulla bandiera simbolo di unità,  come il Quirinale, casa degli italiani.

Da Roma, due opere di Bramante al confronto: 20191228_153138San Pietro in Montorio (Gianicolo) e 20191229_172830Santa Maria della Pace (piazza Navona). In ultimo, un omaggio a Raffaello (nel 2020 si ricorderà la sua morte avvenuta nel 1520 con  una grande mostra ) ricordato  dal Presidente della Repubblica nel suo discorso: 20191228_182213la Fornarina.

Dal Quirinale, da Roma, è tutto.

Buon 2020.

Buon Natale 2014

Torino, 24 dicembre 2014, atrio stazione Porta Nuova. Foto, Romano BorrelliUltime compere, per il centro di Torino, mentre nell’aria comincia a diffondersi l’odore “buono buono” di cibo, di ogni maniera, di ogni fattura, di ogni provenienza.  Capelli pettinati di fresco, ultime letterine, e non solo nell’atrio di Porta Nuova,Torino 24 dicembre 2014, foto, Romano Borrelli e verifica degli orari e del tabellone. Letterine, letterine, letterine……Torino 24 dicembre 2014, atrio Porta Nuova, letterine sull'albero. Foto, Romano Borrelli (2)Torino 24 dicembre 2014, atrio Porta Nuova, letterine sull'albero. Foto, Romano BorrelliTorino 24 dicembre 2014, atrio stazione Torino Porta Nuova, letterine sull'albero, Foto Borrelli RomanoChi puo’ parte per qualche giorno, meta preferita, la montagna. Per altri, la messa di mezzanotte e per tantissimi, la cena, in famiglia. Da parte mia, i migliori auguri di buon Natale 2014 e…un buon viaggio a tutte/i. Torino 24 dicembre 2014, atrio stazione di Torino Porta Nuova, letterine sull'albero. Foto Borrelli RomanoDal cuore, il mio, al cuore, il vostro. Buon Natale. Torino 24 dicembre 2014. Foto, Borrelli RomanoChe ci sia…….posto per tutti….e tantissima tenerezza perché senza questa…..vi è poco amore. Allora, ancora Buon Natale e ….buon viaggio.Torino, 24 dicembre 2014, atrio stazione Porta Nuova. Foto, Romano Borrelli (2)Torino 24 dicembre 2014, atrio Stazione Porta Nuova. Foto, Romano Borrelli