Raffaello

La sensazione è  particolare ma l’occasione è ghiotta, vedere, rivedere Roma in un contesto nuovo:” era  da anni  che non si vedeva Roma cosi” come   sostengono in molti, con i turisti che chissà dove sono, spariti, come in una magia, dove “Sim sala bim”  e …. Posizionato o incastonato tra piazza di Spagna, piazza san Pietro e piazza Navona, chiavi in mano, ma in tutti i sensi,  ho la possibilità di godermi questa grande bellezza e perdermi. E anche di ascoltare nel silenzii rotto solo dal rumore dei bus,  il colpo di cannone proveniente dal Gianicolo che annuncia mezzogiorno insieme a tutre quelle statuette che sembrano alzarsi in piedi, a cui saranno cadute le orecchie a furia di sentire il colpo oramai da anni.Tutti pazzi per Raffaello e la sua storia, e le sue storie, verrebbe da dire e così è, difatti, allungando l’occhio verso il Quirinale, dove una fila ben ordinata attende il suo turno;  un lungo serpentone è inattesa di vedere la bellezza che salvera il mondo,muniti difoglio e prenotazione.

Tutto così bello ,davvero…