Il treno è sempre il treno

“Il treno è  sempre il treno”, e ancora  “si ma l’altra volta era più bello” , ” guarda che bello”, “e il treno è  sempre il treno”, par di vedere e sentire Pozzetto “andare” allo spettacolo (il passaggio del treno) munito di sedia, appena tornato dal lavoro, di campagna, lui, ragazzo di 40 anni (all’epoca) invogliato da compaesani intenti in una “passeggiatina” di sguardi” o una”partitina a carte”, subito interrotta per far posto allo spettacolo. Tanti auguri Renato ragazzo per i tuoi 80. Detto questo,  forse si archiviano le pagine dei meet, delle chiusure in casa, delle restrizioni, per un nuovo viaggio alla  scoperta di una, forse, bella estate.