Firenze

20190725_134951Un paio di orette la distanza coperta da un regionale da Perugia a Firenze, costeggiando il lago e transitando da Arezzo. All’interno del vagone l’aria condizionata funziona ma è  out la presa per ricaricare cellulari e tablet, ma la cosa non è  per nulla importante. 20190725_122347Il fatto rilevante è  che appena sceso dal treno, il caldo fa 40, picchia duro e si fa sentire su ogni centimetro della pelle e sembrano inutili ogni tipo di protezione. Firenze, città  d’arte, Rinascimentale e non solo, è  la più calda d’Italia. L’acqua, che fino a pochi minuti prima, di scendere dal treno,  dopo pochi istanti, sarebbe buona per la pasta e certamente non per dissetarsi. Il caldo però  non impedisce ai turisti di viverla e cercare l’arte e la cosa è  davvero bella. Ovviamente, locali pieni come i pochi posti ombreggiati. Al Battistero, si forma una coda esagerata e cosi in altri luoghi, in particolar modo sul Lungarno…e cosi non resta, armati di pazienza, di ripassare e osservare meraviglie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...