Porta Nuova

20161113_163422Mi trovavo a Porta Nuova, questa mattina,  a cavallo tra questa ed il primo pomeriggio;  ero stato appena espulso dalle porte di un bus rumoreggianti come “sparo ad aria compressa”, prima di farmi ingoiare da un atrio di due stazioni a matrioska, qiella dei treni e quella della metro20160917_212315;   l’hotel Roma da una parte, alle spalle, le mie, la porta della stazione davanti, come “te”; mi son fatto piccolo, come richiede la porticina,  invaso da una musica, piacevole, di tasti, di testi, di piano e di forte, e spalle e orecchie, e musica per le mie, e tu, dentro una nota, dentro una testa, la mia…cosi piccola e fragile… piacevole cominciare la giornata con Amy…Avrei voluto restare,  sotto il tabellone,  dentro la musica,  lasciarmi assorbire da tutto,  inseguendo il presente,  immaginando il futuro.