San Valentino che fa scuola

DSC00375

???????????????????????????????Significativo “ascoltare” e osservare gli amori in corso (amori in corso, Claudio Baglioni). In corsia. Preferenziale. Esclusivi. Una favola ad “alta velocità”, perché di A e V non si saprà mai nulla. Che viso avranno? Chi saranno?  Ma tutto ciò forse non è  molto importante. L’importante è che lo vivano.  Senza ostacoli.  Fino in fondo. Proteggendolo e proteggendosi.  A. V.  Potrebbe essere  un acronimo, “ancora voi” o, “anche voi”.  O ancora, “almeno voi”…anche se, a dire il vero, era “almeno tu, nell’universo, un punto sei…”. Almeno voi, quando passa l’amore, tenetevi per mano. In amore, non sempre tutto è…scontato. Qualcosa.

A e V, potrebbero essere centinaia di quelle coppie incontrate nel centro di Torino alla ricerca di un locale, dove poter mangiare qualcosa, a lume di candela. E i locali, erano a centinaia. Dove lei, fiore in mano, fissa i suoi occhi negli occhi di lui. Serenità e calma sotto un chiaro di luna. Piena. Sereno e calmo, l’amore. “Amore, sereno e calmo“. “Presente!” “Attento!”  “In piedi!”. Quando passa l’amore e quando entra l’amore.  Con classe. Come a scuola. Quando si entra “in due per uno”, come in certi musei, almeno per quest’oggi. O come il sabato italiano, AV. E perché non quotidianamente? E chissà quale “storia troveranno da scartare”  sotto il banco. Ognuno ha la sua. Di storia. Da scartare a “scartare”. Come un “bacetto” scartato in macchina, consumato frettolosamente. O la storia- film da “ultimo bacio”. Da vivere, raccontare, cestinare e congedare. In un angolino dei ricordi. Come dire, “l’ho amata/o, ma basta“, tanto per “scartare” una storia d’amore non corrisposta. E altri amori col tempo si “scartano” in maniera interlocutoria, come per dire, garbatamente,  “siamo diversi, restiamo nelle nostre idee, mancano i fondamentali”, come in economia.  Alludendo, quando manca il succo, ad altro.  E ancora, strani amori che, vanno e vengono. Amori scartati, vissuti e scritti sul pelo d’acqua, sulla sabbia, in cielo, in bottiglia. Scartati. “Per colpa di chi”…cantava Zucchero. A volte si ritrovano.  E per la par condicio, è bene ricordare che oggi  c’era anche chi, facendo sintesi degli amori da “scartare” sotto il banco, provava a porre  il cuore in “ferie”. Domani, si vedrà.  “Il tempo, farà la sua parte. Oggi, però,  la saracinesca resterà  abbassata”. E forse anche il cuore.

Nel cuore della “produzione“,  6 mila rose torinesi a Roma. A manifestare. Un altro tipo di amore. Ma questa era una “storia scartata” diversamente negli anni.

In ogni caso, auguri a tutti gli innamorati. E non.DSC00370

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...