Torino

DSCN3508DSCN3506Ombrelli aperti, a piu’ riprese nella nostra città. Torino. Aperti, chiusi e poi riaperti. A fasi alterne. Folate di vento e freddo e ancora vento. Accerchiati da una morsa. Chissà perché nomi altosonanti valgono solo per il caldo estivo. Caronte, chi era costui? Un caffè nella piazza storica, piazza San Carlo, il salotto di Torino, luogo di eventi simbolici, la piazza protagonista  storica di tante lotte, vertenze, comizi e concerti. Quando tutto era da conquistare. Poi da difendere. Poi… Sarebbe utile rivedere qualche documentario di Mimmo Calopresti.  Domani, il corteo passerà nei pressi. Sotto i portici qualcuno canta, altri suonano, alcuni leggono, chi cartine stradali, chi guide turistiche, chi pagine e pagine con i locali storici, letture da rievocare nei colloqui serali. Altri ridono, qualcuno piange. Profumo di castagne, caldarroste posizionate tra fogli di giornale di tempi andati, focaccia e rumore di mani che si scaldano in altre mani. Negozi che chiudono e vetrine che si spengono. Sullo sfondo, la Mole e i suoi numeri. Un tram del tempo andato sfreccia lungo le strade di Torino. Ricorda come era un tempo la nostra città.  Quando i telefoni erano a muro, o con la rotella. Quando così ridevano”. Ora sopra quel vecchio tram restaurato  qualcuno organizza cene, merende, e…speed date. E magari colloqui di lavoro. Intanto, in giro, gli alberi cominciano a cambiare abito e a divenire un po’ stile arlecchino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...