Torino-Mirandola

Piove. Il pensiero va in Emilia, ai suoi cittadini colpiti dal terremoto. Torino ha adottato Mirandola. Una buona cosa, davvero.

Nel mio piccolo, un augurio, affinchè tutti abbiano presto una casa da poter aprire, da poterci vivere, abitare.

Il suono dell’ultima campanella è stato salutato da tantissimi studenti. Da poche ore. In tantissimi sono andati alla ricerca di una fontana, nel centro di Torino. Piazza Solferino, Piazza Castello, dove per altro, l’acqua era scarsa,  e altre piazze, prese d’assalto. Ora non rimangono che gli esami, per una piccola pattuglia. Per le medie e per le superiori.

Resteranno gli esami universitari, per altri. Ci sarà sempre per qualcuno una “notte prima degli esami”, della scuola o della vita.

Le prove per i futuri dirigenti scolastici continuano, come da programma. A Torino.  Esami anche per loro. Quante notti prima degli esami.  Qualcuna, qualcuno, avrà la sua scuola, da dirigere. A settembre. Presumbilmente. E che nel modenese, tutti possano avere la propria scuola, i propri banchi, i propri libri. Le proprie case. Anche da una classe, una scuola, passa la normalità. In questi giorni, a Finale, alcuni si sono ritrovati nel cortile dell’oratorio salesiano di Don Bosco, per ripassare.

Un augurio a tutti.

1 commento su “Torino-Mirandola”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...