Prezzi alle stelle, scarpe in cielo

Complice il gelo, il freddo, da alcune settimane si cammina con il naso all’insu’….e di camminata in camminata si scopre, complice la crisi economica, benzina che rincara, ortaggi “alle stelle”, “prezzi all’insu'” , che le scarpe dicevo,  ora si possono reperire o depositare in luoghi particolari: “tra le nuvole”, tra i cieli di Torino, per la par condicio come gli aumenti dei generi alimentari, e non solo. Una volta si camminava con “la testa tra le nuvole”, oggi, con le scarpe, tra le nuvole. Probabilmente, non avendo possibilità di dimora, han pensato bene di lasciarle in custodia al cielo. Oppure, erano di  qualche innamorato….” che magari ha restituito le famose scarpe dei Nomadi, ragale, insime ad una giacca e una valigia da riempire: Ti regalo le mie scarpe sono nuove…, ti regalo la mia giacca, ti sta bene, …ti lascio anche una valigia da riempire….quanti sogni, viaggi, colori, antichi rancori e una fantasia piena di amori….difficile lo sai….”. Io in ogni caso, opto per la prima soluzione.

Come che sia, per chi le volesse, consultare il cielo………….come per ogni altra cosa……..un lavoro, una pensione, ecc. ecc.

3 pensieri su “Prezzi alle stelle, scarpe in cielo”

  1. Forse, come dici tu, un invito a vedere le cose da un’altra prospettiva o solo un buontempone chissà! …..cmq, quelle scarpe appese ad un filo mi fanno venire in mente una vecchia canzone di Edoardo Bennato

    “Venderò le mie scarpe nuove
    ad un vecchio manichino
    per vedere se si muove
    se sta fermo
    o se mi segue nel cammino

    Venderò il mio diploma
    ai maestri del progresso
    per costruire un nuovo automa
    che dia a loro più ricchezza
    e a me il successo

    Ai signori mercanti d’arte
    venderò la mia pazzia
    mi terranno un pò in disparte
    chi è normale
    non ha molta fantasia

    Raffaele è contento
    non si è mai laureato
    ma ha studiato e guarisce la gente
    e mi dice: stai attento
    che ti fanno fuori dal gioco
    se non hai niente da offrire al mercato

    Venderò la mia rabbia
    a tutta quella brava gente
    che vorrebbe vedermi in gabbia
    e forse allora
    mi troverebbe divertente.

    Ogni cosa ha un suo prezzo
    e nessuno lo sa
    quanto costa la mia libertà “

    Mi piace

  2. Woooow Teresa bellissimo pezzo, grazie di averla ricordata!!!!! Un inno al valore intrinseco dell’uomo, a prescindere da titoli di studio, successo, soldi, immagine. Venderei tutto per la mia libertà. Ci voleva proprio una bella canzone post-studio!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...