1 commento su “Foto Manifestazione Cgil Roma 4 Aprile 2009”

  1. Ciao Romano, lunedì avevo scritto qualche riga sulla mia esperienza della manifestazione a Roma del 4 Aprile, ma poi sentendo le notizie del terremoto in Abruzzo mi sono bloccata di fronte a questa tragedia e i tanti morti e feriti, e ho preferito aspettare, voglio solo comunicare quello che ho letto in internet c’è bisogno di sangue: gruppo sanguigno 0 negativo, chiamare 06 4537075 .

    Roma 4 Aprile 2009
    L’emozione del circo Massimo stracolmo di cappellini, bandiere, fazzoletti tutto rigorosissimo rosso, mi ha fatto dimenticare quello che e stato il mio viaggio Torino Porta Nuova – Roma Ostiense. Le ferrovie dello stato hanno messo a disposizione dei Metalmeccanici Cgil di Torino due treni buoni per fare solo pochi chilometri, non c’era neanche la griglia portapacchi, vi lascio immaginare chi pretendeva che stessimo seduti in tre su un sedile che a malapena con zaini e giacche riuscivamo a stare in due, alla fine ci sono state discussioni con gli organizzatori, chiediamo alla CGIL nazionale, di protestare con le ferrovie dello stato nel modo in cui siamo stati trattati, fare 1600 chilometri in quelle condizioni.
    I dimostranti arrivati da ogni parte d’Italia, ovunque sentivi dialetti diversi. Grandioso, non eravamo quattro gatti, gli interventi che sono riuscita ad ascoltare, tante testimonianze; dall’operaio in cassa integrazione all’insegnante precaria mentre altri me li sono persi perché ero in corteo, poi il discorso di Epifani abbastanza morbido non forte come avrei voluto, un ritorno al tavolo con chi, con quelli che stanno uccidendo i diritti dei lavoratori Cisl e Uil oppure con Confindustria che ci tratta come un gruppetto isolato, o col presidente del consiglio che dice che il tavolo c’è lo dà in testa a noi Comunisti, il minuto di silenzio in ricordo delle morti sul lavoro, ricordando l’alleggerimento della legge 626, con patente di uccidere per gli imprenditori, L’unica opposizione al governo in questo momento sono i lavoratori della CGIL, non so se un sindacato ha la forza di fare politica di opposizione in questo paese, siamo alla ricerca di una sinistra vera unita che ci rappresenti, questi sono i discorsi della gente in piazza e di tanti che non sono potuti venire. Abbiamo bisogno di candidati nuovi giovani che facciano una politica trasparente, che si finanzia con i soldi della gente comune come ha fatto Obama attraverso la rete, siamo stanchi della politica gestita dalle lobby, dai poteri forti, dagli industriali, i politici che ci rappresentano devono fare una politica per il lavoro, non vogliamo più una politica di ladri.
    In Italia siamo arrivati al ridicolo l’unico comunismo che conosco è quello imprenditoriale, che prendono i soldi di chi paga le tasse e le usano per sfruttarci, ( Fiat, Benetton, Telecom, Alitalia, e altri….) finanziamo i giornali perché non si può fare una legge per le quote di pubblicità, perche tutto è in mano a lui il napoleone italiano. Mi viene in mente un professore di filosofia di 80 anni che conobbi tanti anni fa, aveva dipinto un quadro con il politico sul palco e il popolo che lo ascoltava senza la testa.
    Ciao

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...